Itinerari

Un mondo di colori, di suoni, di profumi, di sapori; uno spettacolare balcone formato da montagne che si affacciano sul mare le cui caratteristiche di straordinaria varietà (per quanto riguarda gli aspetti geomorfologici, botanici, faunistici, paesaggistici, architettonici, storici, culturali) rappresentano l’insieme dei valori sul quale costruire uno sviluppo in grado di garantire la tutela delle risorse ambientali e, contestualmente, l’attivazione di un circuito socioeconomico sostenibile e durevole.
Ecco, in sintesi, i connotati del Parco del Beigua e gli obiettivi che l'Ente di gestione si è dato nella stesura dei propri strumenti di programmazione. 
Un progetto certamente ambizioso, ma anche un’occasione irrinunciabile per il nostro teritorio; una sfida che condurrà presto ai primi risultati tangibili, a tesfimonianza del fatto che salvaguardia della natura e sviluppo non sono in antitesi, bensì concorrono, nel rispetto delle comunità locali, a determinare un ambiente in cui tutti possano trovare migliori condizioni di vita.

Prof. Dario Franchello (Presidente Ente Parco del Beigua)
 

Monte Beigua Monte Rama  Badia di Tiglieto 
Alta Via dei Monti Liguri  Passo della Gava Sentiero Natura Val Gargassa
Sentiero Natura
La Foresta della Deiva
Sentiero Natura
Pra Riondo Torbiera del Laione
Percorso botanico
dell'Eremo del Deserto

Il Parco più esteso della Liguria, al centro della Liguria, con le montagne più alte più vicine al mare. 
A cavallo tra le valli e i versanti marini delle due province di Genova e Savona, i territori del Parco del Beigua sono storicamente stati un collegamento, più che una separazione, tra mare ed entroterra.
Oggi, con gli atti di programmazione del Parco, potrà essere colta l’occasione per aprire una nuovastagione di sviluppo delle attività rurali e del turismo collegato alla qualità am­bientale anche a beneficio della tradizionaje economia turistica della costa ligure.
Il Piano del Parco, recentemente approvato, ha fornito una migliore conoscenza del suo patrimonio ambientale e culturale quasi un riepilogo della varietà ambientale della regione - e le linee di azione per integrare conservazione e sviluppo nella concretezza programmatona del Piano Pluriennaie Socioeconomico in corso di redazione.
Il miglioramento dei boschi a partire dalle estese foreste regionali con la valorizzazione della sapienza locale nella lavorazione del legno, il recupero degli edifici conciliando nuovi usi e tradizione costruttiva, sono un esempio dell’ampio ventaglio di azioni che vedono il Parco protagonista.
L’escursionista attento, oltre agli stupendi panorami dell’Alta Via, attraversando il Beigua saprà cogliere i segni di una realtà in evoluzione, immersa in un paesaggio montano unico affacciato sul mare.

AllegatoDimensione
Depliant sentieri escursionistici a due passi dal centro storico1.62 KB